Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri di Frosinone hanno notificato ad un 30enne del capoluogo (e già gravato da vicende penali  per reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di detenzione di sostanze stupefacenti), l'ordinanza di carcerazione, emessa dal Tribunale di Frosinone a seguito di specifica richiesta avanzata dagli stessi militari operanti per il reato di "rapina" commesso lo scorso 20 agosto.

Il giovane frusinate, era già stato arrestato proprio il 20 agosto nella flagranza del reato di "evasione" perchè era già gravato dal provvedimento dei domiciliari. Dopo l'attività info-investigativa, il 30enne è stato identificato come il responsabile di una rapina ai danni di un commerciante. In seguito dunque alle risultanze investigative, l'autorità giudiziaria ha disposto la sua carcerazione con il trasferimento dalla propria abitazione (dove si trovava appunto ai domiciliari) alla Casa Circondariale di Frosinone.

Lo stesso, inoltre,  era già stato tratto in arresto dagli stessi militari operanti il 13 agosto, avendo perpetrato un'altra "rapina" ai danni di un 38enne del capoluogo, nei confronti del quale, a seguito di un'aggressione e di  minaccia con una pistola scacciacani, è riuscito a strappargli di dosso una collana d'oro con medaglia, successivamente recuperata e restituita al legittimo proprietario.