I residenti sono esasperati: chiedono controlli, telecamere e più sicurezza. La strada che porta dalla zona di San Giorgio fino al convento dei padri Passionisti, all'immediata periferia della città, è in condizioni indecenti. Sono anni che proprio in quel tratto si crea quotidianamente una discarica a cielo aperto. Automobilisti che sfrecciano sulla strada, abbassano il finestrino e lanciano buste d'immondizia contenenti un po' di tutto. Non mancano nemmeno vecchi materassi e pneumatici abbandonati sul ciglio della carreggiata. Una dimostrazione di inciviltà alla quale gli abitanti della zona assistono ormai da troppo tempo. D'estate o d'inverno, chi pensa così facendo di sfuggire alla raccolta differenziata dei rifiuti non conosce stagione e forse neanche capisce l'enorme danno arrecato all'ambiente e a tutta la comunità cittadina, dunque anche a se stesso.

I residenti della zona sono stufi e hanno deciso di fotografare ogni giorno lo schifo che viene lasciato fuori le loro abitazioni. «Abbiamo chiesto già in passato di essere ascoltati, ma nessuno ha fatto nulla spiega un residente che reclama maggiore attenzione Qui tutti i giorni vengono abbandonati rifiuti, basterebbe anche una sola telecamera per qualche mese e qualche multa per far capire che chi sbaglia, chi inquina, viene sanzionato. Non è possibile che chi commette questi reati la passi liscia mentre noi, cittadini corretti, siamo chiamati a rispettare le regole e a pagare le bollette della Tari. Chiediamo ai vigili urbani di intervenire e all'amministrazione comunale di interpellarci per realizzare un tavolo d'ascolto delle nostre esigenze». L'immondizia sparsa lungo la strada crea pericoli pure alla circolazione, con auto e motorini impegnati in una rischiosa gimcana tra i sacchetti. Anche per questo motivo i residenti protestano.