Era andato per chiarire alcune pregresse divergenze ma non immaginava che dalle parole, il suo amico, stando alle accuse, passasse ai "fatti". Preso a bastonate alla testa. Quarantatreenne trasportato in codice rosso al policlinico Umberto I di Roma con trauma cranico. Per l'aggressore, invece, un quarantaquattrenne, è scattata la denuncia. Deve rispondere dell'accusa di lesioni personali aggravate. È successo nella notte tra sabato e domenica a Monte San Marino. Sul posto i carabinieri della stazione di Alatri e del nucleo operativo, oltre al personale medico che ha prestato le prime cure al ferito.

La ricostruzione
Era stanco di sentire "chiacchiere" sulla sua persona. Chiacchiere che, a suoi dire, aveva messo in giro, il suo amico.
E così, stando a una prima ricostruzione dei fatti, ha deciso di affrontare il compagno e di chiarire. Ha raggiunto l'abitazione dell'amico insieme a un'altra persona. Ne è nata una discussione, poco dopo degenerata. Il quarantaquattrenne, già noto per reati di tentato omicidio, oltraggio a pubblico ufficiale e guida in stato di ebrezza alcolica, ha colpito alla testa con un bastone l'amico. Quest'ultimo ha dovuto fare ricorso alle cure dei dottori. Sul posto gli operatori del 118 con un'ambulanza.

Vista la gravità delle ferite riportate alla testa, per il quarantatreenne i dottori hanno disposto il trasferimento in una struttura più attrezzata per le cure del caso. L'uomo è stato trasferito al policlinico Umberto I della capitale in codice rosso. I medici gli hanno riscontrato un trauma cranico, la prognosi è riservata. Nel frattempo sono scattate subito le indagini dei carabinieri della locale stazione guidati dal maresciallo Luciano Di Iorio e degli uomini del luogotenente Giovanni Pizzotti del nucleo operativo e radiomobile. Da indagini eseguite dai militari intervenuti sul posto è emerso che il ferito si era presentato all'abitazione del denunciato, insieme ad un altro amico, per chiarire pregresse divergenze e che, al culmine di una discussione lo stesso si era armato di un bastone e lo aveva colpito alla testa.