Ieri, ad Anagni, i militari del locale Comando Stazione Carabinieri, hanno arrestato un 40enne del luogo, poiché resosi responsabile dei reati di  "maltrattamenti in famiglia continuati, lesioni personali ed atti persecutori".

In particolare l'uomo, per futili motivi, ha aggredito fisicamente la moglie convivente la quale, non con poche difficoltà è riuscita a divincolarsi ed a richiedere l'intervento dei carabinieri allertando la centrale operativa. Immediatamente una pattuglia è giunta sul posto indicato dalla vittima dell'aggressione. I militari operanti, sono riusciti ad immobilizzare l'uomo che, contestualmente, è stato dichiarato in arresto.

Successivamente la coniuge, che già in passato aveva presentato delle denunce contro il marito per fatti analoghi, si è recata presso il pronto soccorso di questo dove, opportunamente visitata, è stata giudicata guaribile in 10 giorni per i traumi riportati nell'aggressione.

Ad espletate formalità di rito, così come disposto dalla competente autorità giudiziaria, l'uomo è stato tradotto presso l'abitazione di un familiare, in attesa dell'udienza del rito direttissimo.