Sperona l'auto della Municipale e fugge via. Vigilia di Ferragosto da dimenticare, il pianoro diventa teatro di scontro tra le forze di polizia locale e i gestori dei chioschi. Festività rovinate e stagione terminata. Una soffiata alle forze dell'ordine e giochi finiti per tutti. Non c'è pace a Prato di Campoli per chi cerca di gestire il pianoro al meglio, garantendo pochi essenziali servizi ai tanti amanti della montagna.

La storia
I due chioschi per la distribuzione di alimenti e bevande erano stati assegnati dall'ente lo scorso aprile per il periodo compreso tra maggio e settembre. Tutto sembrava procedere per il meglio fino ai primi di agosto quando un sopralluogo delle forze dell'ordine ha evidenziato che una parte delle strutture e degli arredi posti in opera erano stati realizzati senza idoneo titolo abilitativo edilizio. Il cinque agosto è scattata l'ordinanza del Comune che imponeva ai gestori di provvedere all'immediato sgombero delle strutture non autorizzate. Cinque giorni di tempo per mettersi in regola. Un provvedimento che ha colpito anche la Compagnia dei Viandanti che gestisce il pianoro. Nel mirino dei carabinieri forestali sono infatti finiti i giochi gonfiabili e una struttura in legno poggiata su pedana da utilizzare come biglietteria realizzata dalla coop. Una doccia fredda per tutti, soprattutto per chi in quei progetti aveva investito soldi.

Il 10 agosto scadevano i termini per il ripristino dello stato dei luoghi. Il 13 agosto i carabinieri forestale insieme ai vigili sono tornati a Prato di Campoli per un'ulteriore verifica. Dai verbali redatti è risultato che i gestori dei chioschi non avevano rispettato in toto l'ordinanza. Con effetto immediato è stata quindi revocata la concessione. Proprio il 14 pomeriggio, intorno alle 17, mentre l'auto della Municipale scendeva a valle dopo i controlli di rito e l'avvenuta comunicazione di revoca, è stata più volte speronata, si presume intenzionalmente, da un veicolo che è poi fuggito via. L'episodio è al vaglio della Municipale che si è riservata di procedere agli adempimenti giudiziari del caso. Guai seri per il responsabile. Intanto i due agenti feriti sono finiti in ospedale per le cure del caso. Sul posto anche i carabinieri.