Il 30 luglio scorso il procuratore D'Emmanuele chiede il rinvio a giudizio per i cinque indagati per la morte di Serena Mollicone. Oggi, esattamente 15 giorni dopo, il gip ha fissato la data: tutti in aula il prossimo 13 novembre per l'udienza preliminare. Una data-chiave: in quella sede verranno discussi i rinvii a giudizio nei confronti del maresciallo Franco Mottola, all'epoca dei fatti comandante della stazione dei carabinieri di Arce, della moglie Anna Maria, del figlio Marco e del maresciallo Vincenzo Quatrale per l'ipotesi di reato di concorso nell'omicidio di Serena. Ma anche per l'appuntato Francesco Suprano, accusato di favoreggiamento; anche Quatrale - al quale è contestato pure il reato di istigazione al suicidio del brigadiere Santino Tuzi, la cui morte continua a essere legata a un filo doppio a quella della studentessa - dovrà comparire in aula. La notizia è trapelata alcuni minuti fa. La verità sulla morte di Serena Mollicone, grazie al lavoo dell'Arma - coordinata dal comandante Cagnazzo - e della procura, è ormai vicina.