Oltre 43.000 modelli venduti in Europa nel primo semestre del 2018, meno di 30.000 nel primo semestre 2019. Il saldo negativo per Giulia, Giulietta e Stelvio ovvero i tre modelli a marchio Alfa prodotti nello stabilimento di Cassino è di quasi di 15.000 unità. Ogni modello ha perso in media 5.000 immatricolazioni rispetto a un anno fa. Ma in realtà la crisi non è uguale per tutte: se Stelvio tiene ancora e perde "solo"il 16%, molto peggio fa Giulia.

Vediamo nel dettaglio.
Nel primo semestre del 2019, la berlina di segmento D Alfa Romeo Giulia ha venduto un totale di 5.979 unità in Europa. In questo caso si tratta di un calo maggiore rispetto a quello riscontrato da Stelvio. Giulia infatti ha visto diminuire le proprie immatricolazioni del 42% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Lo scorso anno infatti le consegne della berlina del Biscione in Europa nel primo semestre 2018 furono oltre 10 mila. Ancora peggio le cose sono andate per Alfa Romeo Giulietta. La berlina compatta infatti ha raggiunto quota 9.108 unità vendute in Europa contro le oltre 16.000 dello scorso anno con un calo del 45,4% rispetto ai primi 6 mesi dello scorso anno. Si spera ovviamente che le cose possano migliorare nel secondo semestre dell'anno ma, al momento, le speranze non sono molte a causa della mancanza di novità importanti per la gamma del Biscione.

Il Suv Stelvio rimane il veicolo più venduto della casa automobilistica del Biscione nel vecchio continente. Il veicolo infatti nel primo semestre dell'anno è stato capace di immatricolare 14.291 unità. Questo risultato rappresenta un calo del 16.6% rispetto ai dati raccolti nello stesso periodo dello scorso anno. Infatti nel primo semestre del 2018 le vendite del Suv Stelvio furono oltre 17.000.