Alle prime ore dell'alba a Frosinone, i militari del N.O.R.M. della locale Compagnia, hanno arrestato per "rapina a mano armata" S.P. un 30enne del luogo, già censito per reati analoghi e per reati inerenti gli stupefacenti e già sottoposto alla misura cautelare della Libertà Controllata.

In particolare, a seguito di una segnalazione per una lite in corso, pervenuta al 112, una pattuglia della dipendente Sezione Radiomobile è intervenuta in Corso Lazio dove ha accertato che, poco prima, un 38enne era stato aggredito da una persona a lui nota che, dopo averlo minacciato con una pistola scacciacani, al fine di farsi consegnare il portafogli, lo aveva colpito ripetutamente alla testa con il calcio della pistola e gli aveva strappato di dosso una collana d'oro, allontanandosi velocemente.

Le immediate ricerche hanno consentito ai militari di rintracciare poco dopo il malvivente, il quale fermato aveva ancora in tasca la refurtiva e nell'occasione è stata rinvenuta poco distante, occultata in una siepe anche la pistola. La vittima trasportata presso il Pronto Soccorso del locale nosocomio veniva riscontrata affetta da "frattura del seno mascellare, venendo successivamente trasportata al Policlinico "Umberto I" di Roma.

La refurtiva è stata restituita al malcapitato, mentre la scacciacani è stata sequestrata. L'arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la locale Casa Circondariale. 

L'arrestato, difeso dall'avvocato Luigi Tozzi, sarà interrogato dal giudice mercoledì mattina in carcere.