Un morto e sei feriti in codice rosso, tutti in prognosi riservata: è il tragico bilancio di un incidente stradale che si è verificato nella tarda serata di ieri, intorno alla mezzanotte, sulla Frosinone-Mare. Un impatto devastante, le lamiere accartocciate, sangue e l'acre odore della morte ovunque

La ricostruzione
E' accaduto, come detto, intorno alle 24 di ieri, al km 10.800 dell'ormai pericolosissima arteria, in territorio di Roccasecca dei Volsci, all'altezza del distributore di benzina Fiamma 2000. A scontrarsi sono state un'Audi A4, che viaggiava in direzione Terracina, e una Renault Megane che procedeva in direzione opposta, verso il capoluogo ciociaro.

A bordo della prima auto c'erano cinque persone, tutte residenti in provincia di Latina, sull'altra, invece, una coppia di fidanzati:  lui, E.M. 27 anni di Veroli, e lei, V.B. 25 anni, di Monte San Giovanni Campano.Violentissimo lo scontro: secondo una prima ricostruzione dell'accaduto si sarebbe trattato di un frontale pauroso, uno schianto impressionante, senza segni di frenata sull'asfalto e in pieno rettilineo, con una delle due macchine che, per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri della stazione di Priverno intervenuti sul posto per i rilievi di rito e per la viabilità, avrebbe invaso la corsia opposta piombando sull'altra vettura. 

Ad avere la peggio è stato uno dei passeggeri dell'Audi, probabilmente quello che si trovava sul sedile anteriore accanto all'autista: Davide Censi, 39 anni, residente a Prossedi ma in procinto di trasferirsi in Svizzera, è morto sul colpo, con il suo corpo che è rimasto accartocciato tra le lamiere della macchina sulla quale viaggiava, praticamente distrutta, nonostante indossasse le cinture di sicurezza e fosse scoppiato l'air bag. Gravissime anche le ferite riportate dagli altri quattro occupanti dell'Audi, tutti trasferiti in ospedale, in codice rosso e in prognosi riservata, dal personale dell'Ares 118 giunto sul posto con diverse ambulanze e con un'auto medica. Tra loro anche un bambino di 10 anni, che è stato portato al "Bambino Gesù" di Roma.

Molto gravi anche le condizioni della coppia ciociara. Tutti e due i ragazzi sono stati trasferiti in ospedale in prognosi riservata. I sei feriti sono stati portati negli ospedali di Terracina e Latina; Davide Censi, invece, all'obitorio di Terracina.