L'Automobile Club Frosinone è costernato nell'annunciare la scomparsa del Presidente onorario dell'ente, il dottor Achille Pagliuca, che ne ha presieduto il consiglio direttivo per quattro mandati consecutivi dal 2002 al 2016, quando decise di assumere la carica onorifica che ha mantenuto fino ad oggi.

"Uomo delle istituzioni" per eccellenza, Pagliuca (deceduto stamattina all'età di 86 anni) approdato al mondo ACI dopo aver ricoperto per decenni importanti incarichi nel Ministero delle Finanze, finendo la propria carriera come Dirigente Superiore dell'Ufficio Imposte Dirette – Agenzia delle Entrate di Frosinone.

Negli anni ha ricevuto molte onorificenze dapprima come Cavaliere, poi Commendatore e, da ultimo, Grande Ufficiale al merito della Repubblica Italiana, carica consegnatagli pochi mesi fa nella cerimonia in Prefettura a Frosinone alla quale ha preso parte con l'entusiasmo che lo ha contraddistinto in tutta la sua vita professionale e personale.

Fin dal suo arrivo, con la prima elezione del 2002, ha impresso una personalissima caratterizzazione all'Automobile Club di Frosinone che in pochi anni è arrivato a superare i diecimila associati, uno dei più attivi d'Italia, dote che ancora conserva. Avellinese di origine, essendo nato a Montefalcione, è arrivato negli anni Cinquanta in provincia di Frosinone, stabilendosi ad Alatri, dove ha vissuto con la propria famiglia.

La Ciociaria deve molto alla presenza di Achille Pagliuca nel proprio territorio, diventato spesso e volentieri mèta di visite di personaggi di grande rilievo, primo fra tutti l'amico di una vita, il Senatore Nicola Mancino ma anche molti attori tra i quali si ricordano Nino Manfredi e Ugo Tognazzi con i quali stabilì un'amicizia trentennale.

"Sono davvero triste per questa notizia che ci è arrivata inattesa" - ha dichiarato - l'attuale Presidente dell'AC Frosinone Maurizio Federico - Ho conosciuto il Presidente Pagliuca in occasione della prima elezione nel lontano 2002 e gli sono stato al fianco come vicepresidente per ben tre mandati, potendo apprezzare le sue doti professionali e istituzionali ma anche umane perché dietro l'uomo delle Istituzioni, fermo e a tratti severo, si celava un uomo dal grande cuore capace anche di grande slancio e convivialità. Era un vero aggregatore ed un punto di riferimento". 

La famiglia di ACI Frosinone si stringe con affetto attorno alla famiglia, in particolare ai figli Rosanna e Angelo. I funerali si terranno domani, 7 agosto, alle ore 17,00 presso la collegiata di Santa Maria Maggiore ad Alatri, nell'omonima piazza.