Un cedimento improvviso. Poi solo il tempo di realizzare che a investirla era stata la tettoia, venuta giù con tutte le tegole. Paura ieri mattina in via Casilina sud, a Cassino, dove poco prima dell'ora di pranzo un crollo ha fatto temere il peggio. A soccorrere in prima battuta la signora di 48 anni sarebbe stato un vicino della donna, accorso in pochi istanti: in tal modo ha permesso così a 118 e vigili del fuoco di intervenire con prontezza. Sul posto anche i carabinieri della Compagnia di Cassino, che hanno accompagnato la donna e acquisito le informazioni necessarie a ricostruire con maggiore accuratezza quanto accaduto.

La ricostruzione
In base a una prima ricostruzione dei fatti, sembrerebbe che la donna fosse impegnata in alcuni lavori di sistemazione e di pulizia dell'esterno dell'abitazione quando l'intera struttura in legno, con tegole annesse, è venuta giù colpendola nella parte alta del tronco. Solo per un caso fortuito in quegli stessi istanti con la quarantottenne non c'era la figlia. La donna è stata immediatamente soccorsa e trasportata in ospedale. Vista la situazione, è stata allertata anche un'eliambulanza fatta atterrare nelle vicinanze dell'abitazione.

Per fortuna, dopo i primi riscontri medici, non è stato ritenuto necessario il suo trasferimento a Roma. Per questo è stata poi trasferita a Cassino, al Santa Scolastica, per tutte le cure del caso. Oltre ai carabinieri, sul posto anche i vigili del fuoco di Cassino che dopo un primo sopralluogo hanno disposto la non agibilità dell'immobile vista la presenza della struttura crollata improvvisamente, fino alla messa in sicurezza. La dinamica è al vaglio dei carabinieri della Compagnia di Cassino, agli ordini del capitano Ivan Mastromanno.