Prima il piano idraulico e poi l'attesa rotatoria all'ingresso nord di Ferentino. L'ufficio tecnico municipale è al lavoro per la realizzazione del canale da collegare al fosso Cupiccia. Il canale, intubato parzialmente, che sarà collegato a quello del quartiere Pontegrande, dovrà attraversare sia la nascente rotatoria stradale (il cantiere aprirà nella primavera 2020) sulla Casilina nord, e in parte, come si apprende dagli uffici comunali, occuperà anche l'antistante piazzale di proprietà privata: «essendo – spiegano i tecnici del Comune - la conformazione dell'attuale assetto idrogeologico alquanto insufficiente alle minime esigenze di sicurezza e salvaguardia del territorio».

L'ufficio tecnico ha già stilato una perizia di stima per le indennità degli espropri dei terreni privati interessati dall'opera idraulica. In realtà il Comune deve acquisire la porzione di alcuni terreni privati per il passaggio della condotta idrica. È stato sottoscritto un primo accordo bonario con i proprietari dei terreni in questione. Per l'esecuzione del progetto della realizzazione del canale con collegamento al fosso Cupiccia, la somma impegnata dal Comune è di 25.551,80.

L'incarico professionale per il frazionamento dei terreni interessati dalla procedura espropriativa è stato conferito al geometra Antonio Concutelli. Evidentemente i tecnici del Comune mirano, al tempo stesso, a risolvere definitivamente anche il problema annoso del deflusso delle acque che attanaglia il quartiere Pontegrande.

Il fosso che attraversa il quartiere ai bordi della via Casilina è stato bonificato, ma le acque, superata la Variante Casilina non riuscirebbero ad andare oltre, di conseguenza ci sarebbe un ritorno di esse e in caso di piogge insistenti, come accaduto più volte, il quartiere viene allagato. Per risolvere il problema ancor prima della realizzazione della rotonda stradale, il Comune ha pensato quindi al fattore idraulico, dunque al collegamento del fosso Cupiccia-Pontegrande, cosicché l'acqua defluendo raggiunge il depuratore comunale prima di sfociare nell'Alabro.