Aveva già svitato i bolloni. Secondo le accuse voleva rubare quella panchina pubblica per rivenderla. Ma è stato sorpreso dai carabinieri di Alatri e denunciato. Ma il giorno dopo ci ha riprovato. Questa volta con una macchina, all'interno del piazzale di un'attività commerciale. Con un cacciavite ha cercato di forzare il blocco di accensione di un furgone Fiat di proprietà di un 60enne di Alatri. Ma i militari sono riusciti a fermarlo nuovamente e per lui, un cinquantaduenne di Alatri, è scattato l'arresto.

Dopo le formalità di rito è stata disposta la misura dei domiciliari. Il primo episodio si è verificato nel pomeriggio di martedì, quando l'uomo, già noto alle forze dell'ordine per i reati di furto, estorsione, evasione e in materia di stupefacenti, è stato sorpreso mentre tentava di impossessarsi di una panchina pubblica. Sempre i militari dell'aliquota radiomobile, ieri mattina, durante l'espletamento del servizio perlustrativo, sorprendevano il cinquantaduenne nel centro di Alatri mentre cercava di rubare una macchina.