Nel pomeriggio di ieri, in Atina, i militari della locale Stazione, unitamente ai colleghi della Stazione di Picinisco, hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di "furto aggravato in concorso di energia elettrica ai danno della società Enel" i giostrai M.D. 54enne di Castrocielo e la moglie convivente R. D., di anni 53, già censita per i reati di resistenza e violenza a P.U. e omissione di soccorso.

I militari operanti hanno accertato che i predetti, dopo aver allestito un parco giochi in occasione di una nota manifestazione folkloristica locale, hanno forzato la cabina Enel posta nelle adiacenze del campo sportivo allacciandovi alcuni cavi elettrici per l'assorbimento di energia elettrica, che successivamente erano stati abusivamente collegati alle roulotte in loro uso alle numerose giostre. Stante la flagranza di reato i due coniugi venivano immediatamente tratti in arresto. Espletate le formalità di rito i due coniugi venivano sottoposti agli arresti domiciliari presso le citate roulotte, in attesa del rito per direttissima.