Un mese di stop forzato nello stabilimento Fca di Piedimonte San Germano Le tute rosse dell'Alfa Romeo saranno in fabbrica oggi e domani. Poi, a partire da giovedì 25 luglio fino a lunedì 26 agosto i cancelli della fabbrica più grande e importante della Regione Lazio resteranno chiusi. Tra ferie e cassa integrazione gli operai resteranno a casa oltre quattro settimane.

Nella giornata di ieri difatti la governance di Fa ha convocato le Rsa di stabilimento ed ha annunciato nuova cassa interazione per i giorni 22, 23 e 26 agosto e 2, 6, 9 e 16 settembre. Questi sette giorni vanno a sommarsi a quelli già annunciati: 25, 26, 29, 30, 31 luglio e alle ferie estive - quest'anno lunghissime - in programma dal primo al 21 agosto. Sono ben ottantuno i giorni complessivi di fermo produttivo annunciati dall'azienda dall'inizio dell'anno ad oggi: oltre settanta sono di cassa integrazione e a questi giorni vanno aggiunti i cosiddetti Par collettivi. Questo significa che 4 giorni su 10 non si lavora e lo stabilimento produce al 60% delle sue possibilità.

Il Governo intervenga
«Avevamo definito un "anno nero" il 2019 per la produzione dell'automotive in Italia, ma i numeri ci dicono che sono ancora più negativi della previsioni: è a rischio un settore industriale centrale per l'Italia e sono a rischio migliaia di posti di lavoro». A parlare è Michele De Palma della Fiom-Cgil, che argomenta: «Serve un piano nazionale di investimenti reali delle imprese e del governo per accelerare la trasformazione dell'automotive in una direzione precisa che favorisca l'occupazione, la sicurezza e l'ambientalizzazione. La Fiom ritiene non più accettabile confrontarsi solo sull'utilizzo degli ammortizzatori, che potrebbero essere accompagnati da percorsi di formazione. È necessaria una politica industriale per la transizione industriale della produzione di mobilità».

Sos a Zingaretti
E ad intervenire, oltre al sindacato, è anche il mondo politico. «Settimane fa - ricorda il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli - è stata approvata in Consiglio Regionale la mozione, di cui sono firmatario, insieme ad altri colleghi, che impegna il presidente Zingaretti e la Giunta ad istituire un tavolo ministeriale permanente per monitorare la situazione relativa allo stabilimento Fca di Piedimonte San Germano Non si può più aspettare oltre. Non capisco Zingaretti, cosa aspetta? Io dico che dalle carte bisogna passare ai fatti e dare risposte concrete ai lavoratori sul loro futuro».