Sono richiedenti asilo, vivono in albergo e per sbarcare il lunario si dilettano... a spacciare ai giardinetti di viale Portogallo. È l'identikit di tre profughi denunciati dalla questura di Frosinone per detenzione di droga ai fini di spaccio. Due gambiani di 28 e 20 anni e un ghanese di 23 anni, sono stati sorpresi dagli agenti delle volanti diretti dal commissario capo Flavio Genovesi.

L'intervento rientra nei controlli che la polizia effettua nelle piazze di spaccio. Particolare attenzione viene dedicata alla zona bassa della città e in alcuni punti strategici dove, da tempo, come dimostrano le operazioni ripetute nel tempo, si concentrano anche richiedenti asilo. E gran parte di questi, peraltro, sono residenti fuori città. Se infatti il ghanese risulta ospite in un appartamento nella zona bassa del capoluogo, gli altri due sono in un albergo di Fiuggi. Liberi - almeno stando alle indagini - di muoversi liberamente per la provincia, contattare i fornitori di marijuana (in questo caso) e rivenderla ai giardinetti di viale Portogallo dove sono stati fermati.

L'ultima operazione è scattata nel pomeriggio di sabato. Giorno in cui si fa impellente il desiderio di rifornirsi per il week end e gli affari per gli spacciatori in generale vanno a gonfie vele. Durante l'intervento, gli agenti oltre a denunciare i tre africani, hanno sequestrato 50 grammi di marijuana. Se in passato le zone battute per contrastare lo spaccio erano concentrate tra via Bellini, i giardinetti della stazione e piazzale Pertini, questa volta i poliziotti hanno esteso il raggio d'azione arrivando ai giardinetti di viale Portogallo dove hanno sorpreso il ghanese e i due gambiani.

Peraltro - particolare più preoccupante - i giardinetti sono vicini a una scuola materna e al centro anziani. I tre hanno destano subito sospetti nell'equipaggio della volante che ha deciso di effettuare un controllo più approfondito. Così immediata è scattata la perquisizione personale, all'esito della quale gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato oltre 50 grammi di marijuana.

Gli stranieri sono stati fermati e accompagnati negli uffici della questura. Gli accertamenti effettuati hanno consentito di verificare che tutti tre sono richiedenti asilo. Alla fine sono stati denunciati. Lo straniero che risiede a Frosinone era già stato fermato altre volte per lo stesso motivo.