Fiamme, fumo e fuoco nella notte, avvistati non solo all'altezza della via Mària, nella parte bassa del capoluogo, ma anche nelle zone limitrofe. Molti residenti sono stati svegliati anche dal forte odore di bruciato, per poi capire che un altro incendio stava divorando un capannone: il rogo è divampato in un magazzino adiacente al supermercato Lidl. E subito è tornato l'incubo per diversi cittadini, che hanno temuto il peggio ripensando a quanto accaduto circa un mese fa all'azienda Mecoris, sempre nel capoluogo.

Sul posto sono subito intervenuti i vigili del fuoco per domare l'incendio e mettere in sicurezza l'area. Sono intervenuti anche i carabinieri per i rilievi. Le indagini si muovono a 360 gradi anche se, secondo una prima ipotesi, il corto circuito partito dalla base di carica di un muletto, pare essere la pista più accreditata.

I fatti
Erano le 3.30 circa della notte scorsa quando è arrivata la prima telefonata ai soccorsi. Fuoco e fumo fuoriuscivano da un capannone accanto al supermercato Lidl. Da quel locale, dove si trovano anche il panificio, ma soprattutto molti bancali in legno ed altro materiale da imballaggio, si sono propagate le fiamme che subito hanno fatto scattare l'allarme dei tanti residenti della zona.

Sul posto sono arrivati i pompieri che hanno circoscritto il grosso dell'incendio nel solo capannone. I danni sono stati comunque ingenti. Sono arrivati anche i militari e il personale della Asl per il controllo degli alimenti.

I vigili del fuoco hanno lavorato ininterrottamente fino al mattino anche per evitare che il fuoco potesse rialimentarsi. Il supermercato Lidl è rimasto chiuso e già in mattinata si stava procedendo comunque al ripristino del materiale e delle aree interessate dal fuoco (la clientela è stata invitata a recarsi nel punto vendita Lidl più vicino, ossia quello di Alatri, in via San Francesco di Fuori). A seguito dell'incendio le centraline Ancler avrebbero registrato picchi di sforamento delle PM 10 e PM 2,5. I valori sono, comunque, tornati nella norma alle ore 8.30.