La tanto attesa rotatoria all'ingresso nord di Ferentino slitta di alcuni mesi ma si farà. Gli uffici preposti del Comune sono al lavoro, quindi nulla si è arenato. D'altronde si tratta di un'opera stradale troppo importante per la città e pertanto da portare a compimento prima possibile. Ed allora l'iter prosegue, il progetto è stato rivisto e riunificato, vale a dire si lavora di pari passo sul fattore stradale e su quello idraulico di fondamentale importanza quest'ultimo, stante anche la problematica annosa del vicino canale di Pontegrande. È un progetto, quello della rotonda viaria, ampliato e più costoso rispetto a quello originario che inizialmente ammontava a 888.143,46 euro, mentre oggi è lievitato a oltre il milione di euro.

Gli espropri dei terreni circostanti sono stati ultimati da mesi. Il nuovo progetto ora dovrà passare in giunta, dopo di che finirà in consiglio comunale per l'ok definitivo. La cosa che più interessa oggi è la scadenza dei lavori. O meglio l'apertura del cantiere e la durata dei lavori. Allora il condizionale è d'obbligo trattandosi di una grande opera viaria. È possibile azzardare l'apertura del cantiere non più nell'anno corrente, bensì nella primavera del 2020 con fine lavori eventualmente fine 2020 primi mesi del 2021. Rammentiamo l'attesa è notevole anche tra gli esercenti di commercio della zona.

Il nuovo rondò, sulle stile di quello non distante all'altezza della farmacia Stazione, con tronco stradale di collegamento (bretella per il quartiere Tofe), abbellirà il tratto di strada molto insidioso e al buio a sera, sicuramente un brutto biglietto da visita per chi entra, tramite la Casilina nord.