Fuochi all'aperto e abbandono indiscriminato dei rifiuti, tempi duri per i trasgressori a Ferentino: controlli intensificati e multe. Negli ultimi giorni, in seguito all'ordinanza del sindaco Antonio Pompeo, la polizia locale ha elevato diverse sanzioni e il territorio è sorvegliato speciale. Tutto ciò per scongiurare gli incendi e l'incessante abbandono di scarti di ogni genere accanto ai cassonetti e nelle campagne. Anche i carabinieri hanno alzato la guardia dopo i recenti roghi "sospetti" di balle di fieno divampati in città.

Rende noto il primo cittadino: «Sono state già elevate diverse sanzioni, senza fare sconti a nessuno. L'ambiente è un patrimonio comune e non possiamo permettere che il comportamento di pochi renda meno efficaci l'educazione e il rispetto della maggior parte dei cittadini di Ferentino. Abbiamo rafforzato il servizio di controllo, anche attraverso personale in borghese che monitora il territorio e sta intervenendo con le multe per reprimere l'accensione di roghi e l'abbandono di rifiuti, dando seguito all'ordinanza adottata nei giorni scorsi.

Controlli e sanzioni anche a sera, proprio per essere più incisivi. Non tolleriamo più il ripetersi di episodi incivili che vengono puniti severamente, come sta accadendo in questi giorni. La tutela e la salvaguardia ambientale non ammettono sconti. Abbiamo adottato l'ordinanza con i divieti e il personale di vigilanza monitora il territorio. Un'azione congiunta che sta dando i suoi effetti. La polizia locale ha già accertato diverse criticità, punite con effetto deterrente».

Quindi Pompeo lancia l'ulteriore appello alla cittadinanza: «L'amministrazione ha messo in campo non solo gli strumenti ordinari ma anche quelli straordinari. E i risultati si stanno vedendo. Tali provvedimenti però avranno maggiore efficacia con la collaborazione di tutti. Da qui il mio appello, rendiamoci conto che rispettare l'ambiente è un dovere che abbiamo non solo nei nostri confronti, ma soprattutto nei riguardi della salute dei nostri figli».