La città come "centro di sosta" per i giovani turisti. È quello cui aspira l'amministrazione Galli che ha elaborato il progetto "Ceprano crocevia" per la creazione, il potenziamento e l'animazione di spazi dedicati all'attrazione del turismo giovanile. E per questo ha chiesto un finanziamento di 288.800 euro, prevedendo una quota di cofinanziamento da parte del Comune di 72.700 euro.

La giunta ha aderito all'avviso "Itinerario Giovani - spazi e ostelli" che prevede la realizzazione di centri di sosta e centri di posta: i primi sono spazi fisici dedicati allo svolgimento di attività culturali, ricreative, sportive o di altro genere (ambientali, artistiche, artigianali, didattiche, formative, turistiche, sociali, agricole), di potenziale interesse per i giovani turisti e caratterizzate da una unitarietà gestionale per quanto riguarda l'accesso da parte dei fruitori; i secondi sono praticamente dei centri di sosta che svolgono anche attività ricettiva, come gli ostelli.

L'obiettivo dell'avviso regionale è quello di favorire la fruizione consapevole della cultura e creare un percorso di accompagnamento e di sostegno al processo di crescita individuale, sociale ed economica dei giovani mediante l'individuazione di percorsi turistico-naturali che valorizzino le risorse paesaggistiche, culturali, storico-archeologiche e i prodotti locali del territorio regionale.

Ceprano ha una posizione geografica strategica, fra Roma e Napoli, è facilmente raggiungibile attraverso l'autostrada e la ferrovia, vanta un discreto patrimonio culturale e archeologico. Può dunque aspirare a ottenere i fondi.

Il progetto approvato dalla giunta Galli è ambizioso; prevede una parte gestionale, una organizzativa e poi eventi ed appuntamenti, insomma una serie di componenti sinergicamente integrate per trasformate la città in un funzionale centro di sosta.