La zona della stazione ferroviaria riqualificata. All'inizio del suo mandato l'amministrazione guidata dal sindaco Roberto De Donatis espresse la volontà di realizzare una cittadella delle associazioni nello stabile che si affaccia sui binari che collegano Sora con l'Abbruzzo e il basso Lazio. Un progetto ambizioso che prevede una ristrutturazione complessiva dell'area e che finalmente sta muovendo i suoi primi passi con i contatti che il Comune ha avviato con i vertici delle Ferrovie dello Stato.

Forse a breve qualche novità in tal senso arriverà, si spera positiva. Ne godrebbero per prime le tante realtà associative presenti a Sora che da anni attendono uno spazio dove poter progettare iniziative e tenere incontri. Questa è la linea seguita dal primo cittadino che più volte si è detto favorevole alla riconversione degli spazi che fino a qualche anno fa ospitavano il corpo della polizia locale. Peraltro, lasciare lo stabile spoglio e non frequentato incentiva di fatto la microcriminalità e i malintenzionati utilizzano la zona dello scalo come base per i loro loschi traffici.
Insomma, l'intenzione di riqualificare l'area della stazione ferroviaria pare esserci tutta. C'è da augurarsi che presto i buoni auspici e i progetti di massima si trasformino in realtà.

I sorani reclamano uno scalo più vivibile, pulito e gradevole. E sui social network sono in molti a puntare il dito contro gli amministratori per aver lasciato in condizioni pessime la fontana di piazza Vittorio De Sica. Dal Comune giunge a stretto giro, sempre via social, la replica con tanto di foto a testimonianza della pulizia eseguita. «A breve rimuoveremo le colonnine che servivano per il bike sharing, che ormai non esiste più -ha detto il consigliere Lino Caschera- Ma abbiamo recuperato la tettoia, posizionandola in un altro punto più congeniale e utilizzabile da chi viaggia e cerca  riparo».Va detto che in una città che aspetta la realizzazione di un bel tratto di pista ciclabile, il servizio di bike sharing avrebbe dovuto essere incentivato, anche in chiave turistica.