Oggi la direttissima per Felice Fiorini, il venticinquenne di Vico nel Lazio, che sabato sera durante la processione in onore di Santa Barbara, guidando un'auto rubata ha investito durante il corteo tre donne creando il caos e terrore. Sarà difeso dall'avvocato Patrizio Maggi. Dopo una rocambolesca fuga per lui sono scattate le manette con l'accusa di furto aggravato, guida in stato di ebbrezza e omissione di soccorso. Ora però la sua posizione si aggrava. Infatti ieri le tre donne ferite hanno querelato il giovane compaesano. E per questo da parte dei carabinieri di Vico nel Lazio, agli ordini del comandante Renzullo, è scattata anche la denuncia per "lesioni personali colpose".

Una storia incredibile quella che si è avuta sabato e che poteva avere un epilogo ben diverso, ma che, grazie ad un'agente della polizia locale che ha dato l'allarme visto che il giovane non si era fermato all'alt, non ha avuto conseguenze drammatiche visto che l'auto è piombata sul corteo religioso. Investendo durante la folle corsa tre fedeli: una 49enne, una 44enne e una 80enne del luogo, che dopo la fuga del giovane sono state subito soccorse e condotte in "codice giallo" presso l'ospedale "Spaziani" di Frosinone e l'ospedale "San Benedetto" di Alatri, dove sono state giudicate guaribili rispettivamente in giorni 20, 20 e 5. Le tre donne una volta che si sono riprese dallo choc hanno formalizzato l'atto di querela nei confronti del 25enne, che ora dovrà rispondere anche di "lesioni personali colpose". Oggi si vedrà quale sarà la decisione del giudice.