Ancora un furto di fiori sulle tombe nel camposanto di Ferentino. Secondo alcuni cittadini ignoti sottraggono vasi e fiori dai loculi per poi metterli sulle tombe delle proprie famiglie.

Lo sfogo di coloro che hanno subìto l'offesa corre sui social e qualcuno starebbe architettando stratagemmi per poter incastrare i ladri di fiori. Lamentele e in qualche caso imprecazioni vengono postate su facebook.

Va da sé che si tratta di azioni ignobili, che innescano inevitabilmente le reazioni dei congiunti dei defunti. E in città in tanti continuano ad invocare la videosorveglianza su strade, piazze, parcheggi, monumenti, nella stazione ferroviaria dove spariscono automobili e giustappunto nel camposanto dove si attaccano perfino ai fiori.

Come è noto l'ultimo consiglio comunale ha votato all'unanimità il regolamento della videosorveglianza. «Gli uffici comunali – è stato reso noto nei giorni scorsi dal Comune - dietro l'input dell'amministrazione municipale, hanno già programmato le successive fasi di potenziamento del servizio, per proteggere l'intero territorio, per una città videosorvegliata h24».