Segnaletica orizzontale e strisce pedonali da rivedere, bisogna intervenire al più presto. Gli automobilisti corrono seri rischi per la carenza di segnaletica orizzontale, specialmente negli incroci più trafficati e più insidiosi di Ferentino. Ad esempio l'incrocio Bassetto, in zona Campo sportivo, famigeratoperitanti incidentidicuiè stato teatro, sia prima che dopo il suo rifacimento, oggi mostra una segnaletica orizzontale sbiadita. Ed è così già da un pezzo. C'è necessità di un intervento celere, proprio perché il crocevia sulla Casilina sud è già di per sé pericoloso e ogni giorno gli automobilisti commettono violazioni al codice della strada. Se togliamo anche le strisce sull'asfalto i rischi naturalmente aumentano. Tratti stradali come quello in questione meritano, indubbiamente, attenzioni particolari.

Sarebbe il caso di utilizzare vernice speciale, come quella che viene adoperata sulle autostrade per intenderci, poiché è più resistente e quasi indelebile. Un altro problema da risolvere è quello delle strisce pedonali. Anche in questo caso ci sarebbe bisogno di utilizzare una vernice più duratura, meglio ancora se fossero tutte "dolcemente" rialzate e di asfalto, al pari di quelle realizzate anni fa in via Bartoli e nella zona di San Nicola. In questo modo funzionerebbero anche da rallentatori e quindi più sicure per i pedoni. In molti si augurano che tornino ben visibili le strisce bianche all'incrocio Bassetto che ne ha assolutamente bisogno per ragioni di sicurezza.

Inoltre lì andrebbe risolto il problema degli accessi alle attività commerciali della zona, per scongiurare il rischio quotidiano di scontri tra gli autoveicoli, anche perché non tutti rispettano il limite di velocità e non soltanto quello. Infine non si può non tornare sull'altro incrocio posto all'ingresso nord della città. Qui si fa attendere la rotatoria già prevista sulla carta, ma del cantiere ancora nessun segno e i tempi della realizzazione del rondò stradale si allungano inesorabilmente.