Stavano cenando quando all'improvviso è scoppiata una lite tra due profughi richiedenti asilo. Poi la situazione è degenerata, e dopo un violento scontro fisico, è sbucato un coltello con uno dei protagonisti, ospiti del centro di accoglienza in zona Laguccio gestito da una coop, che ha colpito con una coltellata il suo contendente.

Sono stati momenti di paura quelli vissuti venerdì sera nella struttura. Subito i responsabili hanno chiamato i carabinieri della Compagnia diretta dal tenente De Lisa e il 118. Ad avere la peggio un ventiduenne della Guinea che è stato medicato al pronto soccorso avendo dieci giorni di prognosi per la ferita all'emitorace sinistro. Il suo rivale, un ventunenne del Mali, dopo essere stato bloccato è stato denunciato per "lesioni aggravate", mentre il coltello sottoposto a sequestro. Poi una volta riportata la calma è stato trasferito in un'altra struttura della Provincia. L'operazione è stata condotta dai militari della Stazione agli ordini di Di Iorio.