Botte e minacce continue ai genitori, arrestato dai carabinieri un trentaduenne. L'uomo è stato rintracciato ieri pomeriggio a Frosinone, dopo che nella notte e ieri mattina, aveva creato il panico nell'abitazione in cui vive con i familiari. In più occasioni erano stati picchiati e minacciati dal figlio. Ma non lo avevano mai denunciato e non avevano mai fatto ricorso alle cure dei dottori, nella speranza di poter recuperare il rapporto con lui.

Ma i maltrattamenti non sono mai finiti. L'ultimo in ordine di tempo, quello registrato nella notte tra martedì e mercoledì, quando, stando alle accuse, in evidente stato di alterazione psicofisica, dovuta all'assunzione di alcolici, per futili motivi, il trentaduenne ha minacciato di morte e offeso i genitori conviventi, danneggiando anche suppellettili. Genitori che sono stati costretti, loro malgrado, a denunciare l'ennesimo episodio.

Ieri pomeriggio, a Frosinone i militari della Stazione di Morolo, a seguito di ricerche, lo hanno arrestato. Il trentaduenne di Morolo deve rispondere dell'accusa di maltrattamenti in famiglia continuati. Dopo le formalità di rito, il morolano è stato accompagnato nella Casa circondariale di Frosinone. È difeso dall'avvocato Giampiero Vellucci.