Aveva compiuto un furto con scasso presso il "Gilbar", attività commerciale alla Fiura. L'uomo aveva agito alle prime luci dell'alba di domenica mattina. Dopo aver sfondato la vetrina si era impossessato di sigarette e di alcune decine di euro dal registratore di cassa.

Era riuscito a dileguarsi per un soffio dopo il colpo, per sua fortuna, visto che il titolare se ne era accorto, ma non è sfuggito ai carabinieri che, dopo essere giunti sul posto, chiamati dai proprietari, avevano subito avviato le indagini in base agli elementi raccolti. E tra questi le immagini del sistema di videosorveglianza. Così in poche ore il responsabile è stato scoperto dai militari del Nucleo operativo radiomobile (Norm) della locale Compagnia diretta dal tenente De Lisa.

Si tratta di un trentatreenne frusinate (già censito per reati contro il patrimonio e gli stupefacenti). L'uomo è stato denunciato in stato di irreperibilità in quanto non è stato rintracciato presso la sua abitazione a Frosinone, dove era sottoposto agli arresti domiciliari per furto aggravato e già irreperibile dal 16 giugno. Ora sul suo capo pende anche questa denuncia. Un colpo per pochi spiccioli finito così male per il trentatrenne visto che è stato subito scoperto.