Rubano i soldi dallo zainetto di una bambina di undici anni, lei li vede da lontano e con freddezza e senso civico chiama i carabinieri con il suo cellulare. I militari della Stazione giunti sul posto e, diretti dal comandante Luciano Di Iorio, grazie ai numerosi elementi dati dalla piccola, li individuano e nel giro di pochi minuti acciuffano la coppia di ladruncoli senza scrupoli. Un trantatreenne frusinate ed una trentenne di Alatri.

La storia
La bambina lunedì nel tardo pomeriggio stava tranquillamente giocando con i suoi coetanei nell'area del parco della Rimembranza, spazio verde proprio all'ingresso del centro storico, a ridosso di Viale Duca D'Aosta e a due passi da Piazza S.M.Maria Maggiore. Aveva portato come sempre il suo zainetto con all'interno un portafoglio, il telefono cellulare e le sue cose personali, che poi aveva poggiato su una panchina per andare a giocare con i suoi amichetti e amichette.

Un pomeriggio all'insegna della tranquillità e svago visto anche il gran caldo. All'improvviso però ha notato qualcosa di strano. Infatti, pur essendo impegnata a giocare, ogni tanto volgeva lo sguardo verso la panchina dove aveva lasciato il suo zainetto. Ad un certo punto ha notato che due persone si sono avvicinate alla panchina. Inizialmente ha pensato che la coppia voleva sedersi, poi però ha notato che i due, un uomo e una donna, hanno iniziato a rovistare all'interno dello zaino prima di dileguarsi con molta calma.

La bambina, allora, è tornata vicino la panchina e ha notato che il suo portafoglio, con circa dieci euro dentro, era stato ripulito. I due, però, non si erano portati via il suo cellulare. E allora si è ricordata della lezione a scuola tenuta dai carabinieri, che come noto tengono ogni anno incontri informativi sulla legalità e prevenzione, con gli studenti dei vari ordini. Si è ricordata che tra le prime raccomandazioni sottolineate c'era quella di chiamare i carabinieri. E così ha fatto digitando il 112.

Quando il carabiniere del centralino ha risposto è rimasto sorpreso ma la bambina gli ha raccontato l'accaduto con grande freddezza. Il militare allora ha comunicato ai colleghi di recarsi nella zona e nel frattempo la bambina ha informato su come erano vestiti i due, dando poi altri numerosi elementi. Gli uomini della Stazione ci hanno messo poco tempo a individuare i due ladri, per circa dieci euro, che non si erano allontanati di molto a piedi. Bloccati sono stati così denunciati per "concorso in furto aggravato".