Disposto per mercoledì l'esame autoptico sulla salma del sindaco di Rocca di Papa, Emanuele Crestini, morto giovedì al centro Grandi Ustioni dell'ospedale Sant'Eugenio, dove era stato ricoverato dopo l'esplosione che, il 10 giugno, aveva coinvolto il palazzo del municipio. Medico legale incaricato dalla Procura Repubblica di Velletri è il dottor Cirillo.

Ieri si sono svolti, invece, i funerali del delegato Vincenzo Eleuteri, anche lui vittima dell'esplosione. Ora si allargano le ipotesi a carico degli indagati, i due fratelli monticiani, Emiliano e Norman Abballe, legale rappresentante di una ditta appaltatrice di Monte San Giovanni Campano, la Tecnogeo, e geologo incaricato dei lavori, difesi dall'av vocato Nicola Ottaviani.

Un terzo indagato è un altro geologo, Leonardo Nolasco, difeso dall'avvocato Franco Moretti. Gli omicidi colposi contestati diventano due, accuse che si uniscono al disastro Il sindaco di Rocca di Papa Crestini colpose e alle lesioni.