Diceva di avercela con un conoscente per questioni finanziare. Diceva di volerlo uccidere con una pistola per poi suicidarsi. Quando l'amico ha sentito quelle frasi ha subito allertato la polizia, temendo un gesto insano. Gli agenti delle volanti, coordinati dal commissario capo Flavio Genovesi, hanno così denunciato un frusinate di 57 anni e gli hanno sequestrato un'arma per il soft air.

A segnalare il tutto alla polizia è stato l'amico. Ha riferito che un uomo di 57 anni, risultato poi incensurato, voleva colpire a morte un conoscente, reo di avergli provocato dei seri danni finanziari. Voleva così vendicarsi dei presunti torti subiti. Minacciava poi di togliersi la vita. Per essere ancora più convincente mostrava all'amico l'arma, una pistola automatica che teneva nel cassetto.

L'amico, preoccupato per quanto potesse accadere, si è rivolto immediatamente agli uomini delle volanti che, con le dovute cautele, adoperando ogni misura di sicurezza, sono arrivati rapidamente sul posto indicato. Individuato e identificato l'uomo, si sono fatti consegnare l'arma. Si tratta di un'arma "soft air", a salve, perfetta riproduzione di una pistola. L'uomo è stato denunciato per procurato allarme.