Mangia poco ma un po' di tutto, non disdegna un sano bicchiere di Cesanese, ovviamente di Piglio, ha trascorso una vita allevando animali e coltivando la terra. E oggi centra un bellissimo record. Buon compleanno a nonno Domenico Loreti, l'uomo più longevo del Lazio che compie 107 anni. Nato nel lontanissimo, 1912 potrebbe scrivere decine di libri per quante cose ha visto. Oggi vive a casa di una delle figlie, Santina di 82 anni, ed è circondato dall'affetto dei suoi cari.

La sua non è stata una vita facile. A sei anni infatti, come ci racconta la figlia, ha perso la mamma, ma questo forse lo ha fortificato e subito, tenendo conto dei tempi, ha iniziato a lavorare aiutando il padre. Racconta sempre, anche oggi, che quando aveva 17 anni e stava dormendo nella stalla bussò di notte un viaggiatore, che in bici da Nettuno stava andando a Filettino. Lo svegliò perché aveva fame. Domenico non ci pensò due volte e gli donò il suo fagotto: un pezzo di pane, formaggio e una bottiglia di vino. Un gesto che può dimostrare come è una persona.

E così Domenico ha sempre mantenuto questo suo stile di vita: persona mite, lavoratore, dedito alla sua famiglia e soprattutto legato al suo paese natale. Oggi per lui sarà una giornata speciale. Nel pomeriggio sarà grande festa, attorniato come sempre dalle figlie Santina, Augusta e dal figlio Franco, dai nipoti e dai pronipoti nell'abitazione in via Piagge. Ci sarà il sindaco Mario Felli. «Per me è un privilegio e un grande piacere festeggiare un compleanno così importante: 107 anni. Domenico Loreti – afferma Felli –è un prezioso testimone delle trasformazioni e dei cambiamenti vissuti dalla nostra società e custode dell'identità locale. È, altresì, testimone di quanto è piacevole e salutare vivere nel nostro amato paese. A nome mio e dell'amministrazione comunale desidero rivolgere a lui e alla sua famiglia tanti auguri di buon compleanno». Auguri Domenico.