Oltre alla nomina di Ennio Mancini alla guida della società Ambiente Surl, l'ultimo consiglio comunale è stato segnato dalla discussione, a tratti anche molto animata, sui sette punti all'ordine del giorno (l'ultimo dei quali ritirato) trattati fino oltre la mezzanotte.

La coalizione del sindaco Roberto De Donatis ha votato il bilancio consolidato e approvato i debiti fuori bilancio. Dalle interrogazioni dei consiglieri di minoranza è nato un botta e risposta al vetriolo con la maggioranza. Il grillino Fabrizio Pintori ha posto l'attenzione sulla frana in zona Compre Alte, evidenziando la preoccupazione dei cittadini. Il sindaco ha spiegato che Acea ha escluso perdite e che la Regione Lazio non ha ritenuto necessario procedere con la somma urgenza.

Ora si aspetta la manutenzione straordinaria da parte dell'Astral per rendere almeno praticabile la strada. I consiglieri Serena Petricca e Antonio Farina, mostrando immagini scaricate dai social, hanno parlato delle discariche abusive disseminate sul territorio, specie di quella davanti all'ecocentro. Per i due amministratori di minoranza è inspiegabile che i trasgressori non siano stati multati, dato che le loro auto erano state riprese dalle telecamere di sorveglianza della struttura. Il sindaco De Donatis ha parlato dell'individuazione di quattro ispettori ambientali che combatteranno il fenomeno delle discariche abusive e che la società Ambiente Surl non ha fornito immagini e perciò non sono state comminate sanzioni.

A fargli eco l'assessore Baratta che ha aggiunto che le telecamere non sono così sofisticate da poter rilevare le targhe.
Duro l'affondo del consigliere Valter Tersigni in merito all'affidamento della gestione dei servizi bibliotecari archivistici e delle attività connesse allo sportello delle politiche giovanili. Tersigni ha annunciato di voler chiedere l'accesso agli atti per capire il perché da gennaio non sia stato fatto il contratto. Replicando, il sindaco ha parlato di massima trasparenza da parte del secondo settore comunale.