Il confronto c'è stato e il bilancio del progetto sperimentale della raccolta differenziata è più che positivo. Ad affermarlo il vicesindaco e assessore all'ambiente Nadia Belli che interviene sull'argomento. «Ci dispiace che si affermi che in aula consiliare durante il consiglio non ci sia stato il confronto sul tema della differenziata invece ampliamente sviscerato in seguito alle domande della maggior parte dei consiglieri di minoranza -ha affermato il vicesindaco Belli- Il bilancio del progetto sperimentale è del tutto positivo seppur insistono ancora forme di resistenza da parte di qualche cittadino che si ostina a non attivare o ritirare la tessera. Per un totale di 482 utenze, risultano attive 251 tessere che corrisponde al 52.07%.

Dal 25 febbraio al 31 maggio -continua- dalle cinque eco-isole risultano prodotti 23.158,35 chili di rifiuti di cui 3.313,59 chili di frazione indifferenziata, raggiungendo una percentuale di differenziata molto alta 86% al di là di ogni più rosea aspettativa. Tutto ciò si traduce anche in un risparmio per l'ente, abbiamo risparmiato 3.800 euro considerando solo il 52% delle utenze attive, per tanto se tutti i cittadini aderissero alla differenziata il risparmio sarebbe quasi il doppio generando un duplice effetto, il costo delle eco-isole sarebbe ammortizzato dai conferimenti, se tutti pagassero si pagherebbe meno. Attraverso la banca dati attivata emergono situazioni di evasione o condizioni non sanate, pertanto invito i cittadini che ancora non lo avessero fatto a regolarizzare la posizione. L'investimento è parcellizzato per non gravare sulle tasche dei cittadini, dopo aver confermato le tariffe all'anno precedente, i prossimi step prevedono l'invio di tutta la documentazione per espletare il bando di gara presso la stazione unica appaltante per estendere il servizio a tutto il territorio».

Ma l'assessore interviene anche sull'istituzione delle guardie ambientali: «Durante la seduta del consiglio abbiamo anche approvato il regolamento per l'istituzione degli ispettori ambientali volontari, vista la necessità di rafforzare il controllo del territorio comunale».