Finalmente, dopo dieci mesi d'attesa, è stato individuato il presidente della società ambiente surl: è Ennio Mancini. L'ha deciso nel consiglio comunale di lunedì la maggioranza compatta, con nove voti andati al professionista. «Sono onorato della nomina, dell'incarico ricevuto dal consiglio comunale, nella persona del sindaco e dei consiglieri di maggioranza, rispettando anche la volontà delle minoranze che si sono espresse -ha detto il neo amministratore della municipalizzata- Espleterò l'incarico affidatomi nel migliore dei modi, nell'interesse dell'Ambiente surl, nonché dell'intera cittadinanza in quanto l'Ambiente surl è il patrimonio dei cittadini di Sora», ha concluso Mancini.

Parla di condivisione di accordi politici con il gruppo di maggioranza, presi a inizio mandato e oggi mantenuti, il consigliere Massimiliano Bruni particolarmente raggiante per la nomina del suo candidato. «La soddisfazione e conseguentemente la responsabilità sono maggiori, rispetto naturalmente ai colleghi che ringrazio per la fiducia che anche questa volta hanno saputo accordare alla mia indicazione. Un ringraziamento al sindaco e a tutta la maggioranza. Sono certo che il dottor Mancini saprà proseguire quel percorso tracciato dal dottor Saltelli e sono convinto che grazie alle sue esperienze professionali e alle capacità tecniche porterà la società Ambiente a raggiungere obiettivi importanti».

A restare con l'amaro in bocca l'ex assessore Umberto Geremia che ha seguito il consiglio comunale, avendo dimostrazione di vicinanza nei sei voti della minoranza.
«La politica è altra cosa. Questa maggioranza ha voluto votare il nome fatto dal consigliere Bruni che ha incassato, come deleghe, già tantissimo. Adesso vediamo a chi spetterà il prossimo assessorato e le deleghe importanti. Se fossi stato io consigliere avrei fatto sentire la mia voce», Geremia, marito della consigliera De Donatis, ritirò la sua domanda di candidato alla figura apicale della municipalizzata.