Una delle costanti destinata a non modificarsi mai è quella che vuole la "mamma degli imbecilli sempre incinta" anche su scala internazionale. Perché non bastano quelli che già abbondano sotto il tricolore ma ne importiamo a rotazione anche dall'estero.

Altrimenti come fai a spiegare la presenza di rifiuti abbandonati lungo i marciapiedi, attigui alle strade dove sostano i pullman da gran turismo? Purtroppo non è un caso isolato ma "lo spettacolo" quasi costante con il quale tocca fare i conti tutte le mattine. Ovviamente riguardano una minoranza. Come se ne esce? Non è facile. La polizia locale sotto organico fa quello che può, albergatori e commercianti forse si tasseranno per contribuire al mantenere la città pulita, almeno questo hanno annunciato e vedremo come andrà a finire. Il comune di Fiuggi corre contro il tempo chiedendo aiuto a destra e manca e sta strutturando aree di sosta organizzate.

ATF come ogni estate è tornata a cantare e portare la croce da sola, perché poi gira e ti rigira sempre lì si va a sbattere ed anche ieri i suoi inservienti, anche qui sotto organico, sono corsi ancora una volta a mettere una pezza. Con "LazioAmbiente" non puoi permetterti il lusso di alzare la voce, visto che il comune di Fiuggi è debitore nei suoi confronti di qualche milione di euro, grazie a che la città ha governato negli anni scorsi e se il consorzio ancora raccoglie i rifiuti e spazza le vie di Fiuggi alla meglio è grazie ai quei comuni virtuosi che pagano regolarmente il dovuto.

Quindi gli albergatori che questi "gentiluomini" ospitano abbiano la premura e l'accortezza di comunicare loro che in Italia, a maggior ragione in città turistiche, abbandonare i rifiuti lungo le strade non è consentito altrimenti si attrezzino in fretta per pulire lo schifo che lasciano i loro clienti. Perché va bene tutto però quanto è troppo è troppo.