Un nuovo appello per avere notizie di Rocky Scappaticci è stato diffuso ieri su una serie di pagine, gruppi e canali francesi dei social network. Del giovane artista di strada, 34 anni, si sono perse le tracce dal 26 aprile scorso: da quel giorno il suo cellulare risulta non raggiungibile. L'ultima volta che è stato sentito e visto si trovava a Parigi: era ancora indeciso se andare a lavorare come raccoglitore di frutta, se tornare a Lione, dove era stato la settimana precedente la scomparsa, o se rientrare a Londra, città in cui viveva ormai da anni.

Parenti, amici e conoscenti hanno lanciato un messaggio per dare maggiore impulso alle ricerche, rivolgendosi «a chiunque abbia in precedenza lavorato nelle raccolte di frutta in Francia e a tutte le persone che abbiano attualmente contatti con quanti svolgono questo tipo di attività. Ci rivolgiamo a chiunque frequenti squat, case occupate, centri sociali. Ci rivolgiamo a tutti gli amici francesi, londinesi e naturalmente a tutti gli amici italiani: chiediamo loro per favore di condividere questo post sulle proprie bacheche e di farlo girare il più possibile in rete o su qualsiasi altro gruppo ritengano opportuno.
Ringraziamo tutti di cuore».

Viene anche indicato un riferimento e-mail (pernasrl@libero.it) per comunicare eventuali avvistamenti. In paese restano in trepida attesa la madre, il padre e quanti nutrono affetto per Rocky. Dal momento della scomparsa dell'artista castellucciano sono trascorsi 53 giorni; cresce l'apprensione ma resta immutata la speranza di un lieto fine.