Un camper speciale per un ragazzo speciale. È questo il regalo che i genitori di un ragazzo disabile hanno voluto fare al loro figlio. Pensare ad un camper riporta subito alla mente viaggi, vacanze, allegria e spensieratezza. Ma spesso, per un ragazzo diversamente abile, tutto questo può trasformarsi in un ostacolo. I normali camper sul mercato, infatti, non consentono a chi è in carrozzina di muoversi agevolmente all'interno del mezzo. Ed è per questo che i genitori di Antonio, il protagonista di questa storia che scalda il cuore, hanno deciso di trasformare quel camper a misura del loro ragazzo. Di renderlo confortevole, di eliminare le barriere che impedivano al loro figlio di viaggiare in assoluta libertà.

E così da Barletta, in Puglia, sono giunti fino a Frosinone. Hanno affidato quel mezzo alla Tiberi S.r.l. con il sogno di adattarlo alle esigenze del loro ragazzo. E quel sogno è stato realizzato proprio poche settimane fa, con la consegna alla famiglia pugliese del camper interamente ri-progettato e trasformato in base alle necessità di Antonio. Le stanze, i mobili, la disposizione degli interni, tutto è stato trasformato per poter permettere ad Antonio di viaggiare in libertà con i suoi genitori.

Maurizio Tiberi, ingegnere e titolare dell'azienda, ha così spiegato tutte le modifiche apportate: «Abbiamo interamente ri-progettato l'allestimento del camper, trasformandolo per migliorarne l'abitabilità. Dalle camere da letto, agli armadi, ai pensili, tutto è stato riadattato per rendere il più agevole possibile i movimenti del ragazzo all'interno – ha spiegato l'ingegner Tiberi – Siamo riusciti a installare anche un sollevatore a soffitto, che generalmente si utilizza solo per le abitazioni civili, trasformandolo e adattandolo sia dal punto di vista elettrico che meccanico. Con questo il ragazzo potrà entrare nel camper e muoversi al suo interno senza difficoltà».

Soddisfatta la famiglia del giovane protagonista di questo regalo tanto speciale quanto normale per chi vuole che suo figlio viva una vita senza "barriere". Il sorriso di Antonio, al momento della consegna del camper trasformato, aveva il sapore del "traguardo", della vittoria. Ora anche lui potrà viaggiare, scoprire nuovi posti, sognare. Senza più barriere né ostacoli.