Un grave incidente è avvenuto ieri mattina, alle 11.50 circa, nel cuore di Rocca di Papa. Il municipio è stato teatro di una violenta esplosione, nella quale sono rimaste ferite sedici persone, tra cui il sindaco Emanuele Crestini e un suo amico, che risultano essere i più gravi, con ustioni sul 50% del corpo e per questo trasferiti nel reparto Grandi Ustioni del Sant'Eugenio di Roma. Un incidente gravissimo, tanto che i pm della Procura di Velletri hanno aperto un fascicolo al momento contro ignoti per disastro colposo e lesioni gravi o gravissime. I magistrati ascolteranno i testimoni presso la Caserma dei carabinieri di Frascati, così da ricostruire la dinamica dell'accaduto.

Stando a quanto riportato dalla Regione Lazio, tra gli altri feriti ci sono sei adulti trattati sul posto e che non hanno necessitato di trasporto in ospedale; un bambino trasportato in codice rosso al Bambino Gesù e che non risulta in pericolo di vita; un adulto ustionato, trasportato al Policlinico di Tor Vergata; due bambini trasportati all'ospedale di Frascati.
La zona, fino a ieri sera è stata interdetta dai Vigili del Fuoco. Ora si attendono disposizioni, tanto che è stato allestito un campo d'emergenza nel paese, per accogliere i residenti dell'area per l'evacuazione, al fine di permettere i controlli nelle abitazioni. L'incidente sarebbe avvenuto durante dei lavori.

Infatti, è da alcuni mesi che a Rocca di Papa erano in corso delle operazioni nel sottosuolo, avviati dall'amministrazione comunale e il cui scopo era riscoprire le origini del paese. Durante uno dei carotaggi è stata colpita una tubatura che ha causato l'esplosione e il conseguente incendio. Sono prontamente giunti sul posto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il vicepresidente, Daniele Leodori. I soccorsi sono stati immediatamente attivati con due elicotteri, quattro ambulanze e due automediche dell'Ares 118 operativi.

È stato inoltre istituito da Ares un Posto di comando avanzato in stretto contatto con i Vigili del Fuoco e i Carabinieri.
I soccorsi sanitari sono stati coordinati direttamente dalla centrale operativa del Ares 118. «Si sta accertando la dinamica - ha dichiarato il presidente Zingaretti - durante il sopralluogo. C'è stata sicuramente, durante dei lavori sotto la sede del Comune, una grande fuga di gas che ha provocato questa esplosione. Attivata anche la Protezione civile per vedere se questa notte ci saranno dei problemi per quei cittadini che non potranno tornare a casa».