Dopo mesi di interruzione sembra che i lavori per realizzare la rotatoria sulla intersezione tra la Regionale 509 e la provinciale per Picinisco, in località Rosanisco, a Gallinaro, riprenderanno quanto prima. Il motivo di un fermo così prolungato starebbe nel contenzioso sollevato da alcuni proprietari delle aree che dovevano essere espropriate per far posto all'intricata rotatoria.

La struttura sorgerà al confine tra i territori di Atina, Picinisco e Gallinaro. Incanalerà il traffico della regionale 509, della provinciale 112 per Picinisco e quello locale sulla comunale Forca d'Acero. Il luogo scelto è ritenuto di fondamentale importanza per la regolazione del traffico tra la 509 e le altre strade; quando sarà terminata metterà un po'd'ordine tra i flussi di traffico che in alcuni periodi dell'anno (la festa mariana di Canneto) è intenso solo in una direzione creando disagi nelle vie che conducono agli altri centri.

La ditta aggiudicataria è la "Calceatruzzi Valcomino" di Villa Latina, l'importo è di poco superiore a 183.000 euro. Il nuovo progetto (meno costoso del primo) tiene conto anche degli accessi al santuario della Madonna del Carmelo, di una via comunale, del rio Settefrati che la sottopassa, di un ristorante, di un ponte, di una croce ricordo della missione del 1922.