Una domenica di fuoco quella di ieri a Ferentino, anzi una giornata da togliere il respiro, con tanto di dramma. Il bilancio è stato di un morto e diversi malori legati al grande caldo, mentre le persone coinvolte erano alle prese con il taglio dell'erba o comunque con i lavori nei campi. Il fatto più grave si è verificato in zona Consortina, proprio al confine tra Ferentino e Anagni. Un anziano 88enne di Ferentino, A.C., era uscito di casa ieri mattina con il trattore per recarsi nel suo podere, non molto distante dall'abitazione, dove avrebbe dovuto effettuare alcuni lavori agricoli.

Il suo ritardo nel rincasare per il pranzo, ha fatto preoccupare l'anziana consorte, che avrebbe chiesto al nipote di andare a chiamare il nonno. Quando il familiare è giunto sul terreno di proprietà, ha trovato l'uomo privo di vita. Sono stati allertati subito i soccorsi. Probabilmente un malore legato all'afa, potrebbe avere stroncato l'anziano. Sul posto l'ambulanza e l'automedica dell'Ares 118, i carabinieri, seguiti poi dall'automezzo delle pompe funebri per il recupero della salma. Come anticipato, altri interventi sono stati effettuati dai sanitari del 118 sul territorio, in casa o in giardino, a causa di malori da canicola. E siamo solo agli inizi. Evidentemente troppo forte l'impatto climatico in pochi giorni. Occorre fare attenzione.