Una notte come tante percorrendo la Casilina mentre si rientra da una serata con gli amici. All'improvviso accade l'imponderabile che nell'arco di pochi minuti diventa tragedia. E dramma per una famiglia intera. Alessandro Galassi di Ferentino è purtroppo l'ennesima vittima della strada.

La cronaca
La tragedia si è consumata nella notte tra venerdì e sabato. Ventotto anni, il giovane praticante avvocato, poco dopo le ore 2, alla guida della sua Polo stava facendo ritorno a casa, lungo la Casilina sud, al km 77, di fronte al caseificio Colleverde, a Ferentino. Qui all'improvviso ha perso il controllo dell'auto finendo fuori strada e schiantandosi contro il muro di cemento di una cunetta. Il giovane non ha avuto scampo.

Troppo gravi le lesioni riportate nell'impatto. Il ventottenne è deceduto sul colpo, inutili i soccorsi dei sanitari del 118 prontamente giunti sul posto insieme ai carabinieri e ai vigili del fuoco. A loro è spettato il triste compito di estrarre il corpo del giovane intrappolato nell'auto completamente distrutta.

Ai sanitari che hanno provato a rianimarlo non è rimasto altro da fare che constatarne il decesso. La dinamica dell'incidente è in fase di ricostruzione da parte dei carabinieri della stazione di Ferentino e del nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Anagni intervenuti per i rilievi. Sembra che nel frangente dell'incidente il tratto di Casilina fosse avvolto da una fitta nebbia che ha ridotto la visibilità.

La salma del giovane avvocato è stata così portata nell'obitorio di Frosinone ed è stata posta a disposizione dell'autorità giudiziaria. Sul luogo del drammatico incidente sono intervenuti l'ambulanza e l'automedica del 118, pattuglie dei carabinieri e i vigili del fuoco. Diversi automobilisti di passaggio, alla vista della Polo ridotta ad un ammasso di lamiere, si sono fermati o hanno rallentato per avere notizie del conducente.

Ieri mattina la terribile notizia della morte di Alessandro ha fatto il giro di Ferentino e della provincia, dove i genitori, gli avvocati Vincenzo Galassi (presidente dell'ordine forense di Frosinone) e Sonia Crociani, sono molti conosciuti. Tanti tra parenti, amici e colleghi dei genitori di Alessandro, saputo della tragedia, ieri mattina si sono recati in visita alla salma all'obitorio. Comprensibile, incommensurabile il dolore dei genitori e del fratello più piccolo, al cospetto della terribile tragedia che lascia affranti.
Oggi pomeriggio, alle 15.30, nella chiesa di San Valentino a Ferentino, si svolgeranno le esequie dello sfortunato Alessandro.

Domani udienze sospese in Tribunale

Anche l'ordine degli avvocati si stringe al dolore dei genitori di Alessandro e per domani ha comunicato che alle 12 «le udienze civili e penali saranno sospese in segno di lutto e per un momento di raccoglimento in ricordo di Alessandro Galassi. La cerimonia si svolgerà nell'aula della corte d'assise». Anche il sindaco di Ferentino e presidente della Provincia di Frosinone, l'avvocato Antonio Pompeo, ieri si è recato in visita alla salma facendo sentire la sua vicinanza ai genitori del ragazzo, ovvero ai suoi colleghi Vincenzo e Sonia, in un momento difficile. 

«Ferentino - ha commentato ieri il sindaco Pompeo - si è svegliata con un'altra bruttissima notizia, una tragedia. Un altro giovane che purtroppo non c'è più per un evento tragico. Un ragazzo solare, allegro, bravo. Esprimo la vicinanza della città alla famiglia Galassi e la mia vicinanza all'amico e collega Vincenzo un grande professionista, una grande persona»