Indagato per omicidio colposo plurimo A.A. di Viterbo, colonnello dell'esercito, che era alla guida dell'Audi a 5 coinvolta nell'incidente di venerdì scorso che si è verificato a Pisterzo e in cui hanno perso la vita madre e figlia, Estella e Camilla Aversa, che vivevano a Palestrina.

Il pm è la dottoressa Taglione presso la Procura della Repubblica di Latina e sono stati nominati quali difensori di fiducia Angelo Pincivero del foro di Latina e Giampiero Vellucci del foro di Frosinone. Intanto, continuano le indagini per stabilire le cause del tragico incidente in cui sono rimaste ferite altre due persone. Gli inquirenti stanno cercando di capire cosa sia accaduto sulla provinciale Guglietta Vallefratta, anche acquisendo le conversazioni dei telefonini.

Il frontale tra la Nissan Qashqai su cui viaggiavano le due vittime di 47 e 18 anni, insieme a un'amica di Camilla ricoverata all'Umberto I di Roma, e l'Audi A5 guidata da un medico militare è avvenuto al chilometro 3,150 di una strada stretta e tortuosa, ma che proprio in quel punto ha uno dei pochi rettilinei. I segni di frenata mostrano che tutto è avvenuto all'improvviso, senza che i conducenti potessero fare nulla per evitare il terrificante schianto.

L'analisi accurata dei tabulati e delle celle agganciate, ma anche quella tecnica delle funzioni azionate nel momento dell'impatto, potrebbe fornire una concausa della tragedia. Il conducente dell'Audi, come detto, il colonnello dell'esercito che si trovava nell'agro pontino per ragioni di servizio, è indagato per omicidio colposo plurimo.