È stato approvato dalla Giunta regionale il Protocollo di Intesa, che verrà sottoscritto con Federparchi Lazio, Coldiretti Lazio e Legambiente Lazio, per il contenimento dell'eccessiva presenza di cinghiali sul territorio regionale, assicurando la conservazione delle specie e prevenendo e limitando rischi e danni alla biodiversità, alla popolazione e alle imprese agricole. Le azioni previste saranno tutte nell'ambito del sistema delle aree protette regionali, integrando le attività di prevenzione e controllo esistenti.

Tra i punti previsti dall'accordo ci sono: l'attivazione di studi sperimentali per la valutazione dell'efficacia dell'attività di controllo numerico delle popolazioni e di prevenzione del danno; l'intensificazione delle attività di controllo numerico su tutto il territorio regionale; la semplificazione e velocizzazione dell'iter autorizzativo per i piani di controllo numerico della fauna selvatica nelle aree protette regionali; la creazione di un sistema unico di raccolta dei dati georeferenziati sui danni da fauna nelle aree protette regionali; la realizzazione di un programma regionale di formazione e aggiornamento degli agricoltori e del personale operante nelle aree protette regionali e la realizzazione di una campagna di comunicazione finalizzata ad aumentare il livello di conoscenza