È in programma oggi, alle 10, un sit in di Vertenza Frusinate in piazza della Libertà, nei pressi della prefettura di Frosinone. I disoccupati, ricadenti nell'area di crisi complessa e percettori della mobilità, vogliono tenere alta l'attenzione sul tema della proroga dell'ammortizzatore sociale. Dal ministero del lavoro e delle politiche sociali, nei giorni scorsi, è stata definita la ripartizione delle risorse finanziate a favore delle regioni (nove) in cui, appunto, sono presenti aree di crisi industriale complessa. Dei quasi 117.000.000 euro, al Lazio andranno 25.674.253,71 euro. Tra gli importi attribuiti alla Toscana (36.601.252,69 euro) e alla Sardegna (12.200.417,56 euro). Seguono, con risorse sotto i 10.000.000 euro, Marche, Umbria, Molise, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia e Sicilia.

I disoccupati, percettori dell'ammortizzatore sociale tra la provincia di Frosinone, Rieti e l'area di Colleferro, sono 1.600. «Chiediamo un'accelerazione per l'accordo sulla proroga della mobilità 2019/2020 spiega Gino Rossi, tra i portavoce di Vertenza Frusinate Bisogna tenere alta l'attenzione su questa situazione perché, nei casi più critici, ci sono famiglie che non percepiscono un sostegno da diversi mesi. Inoltre, chiediamo un impegno forte sulle politiche attive. Progetti, iniziative e idee in grado di rilanciare l'occupazione». Relativamente all'accordo per la proroga della mobilità le organizzazioni sindacali e la Regione Lazio si incontreranno questa settimana.

Tema centrale quello delle risorse. Tra accordo e cassa integrazione. Per quel che concerne la questione politiche attive, invece, è stato convocato dal presidente della Provincia Antonio Pompeo un incontro (invitati parlamentari del territorio, consiglieri regionali e organizzazioni sindacali) con lo scopo di avere informazioni in merito ai progetti in campo per favorire azioni utili all'inserimento/reinserimento dei lavoratori nel sistema produttivo locale. L'appuntamento è stato fissato, nella sala del consiglio della Provincia di Frosinone, lunedì 10 giugno alle 15.30.