I carabinieri della stazione di Labico hanno arrestato due uomini, di 47 e 22 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine per precedenti penali, sorpresi a rubare le grondaie di rame da una villetta isolata del paese. Arrivati nei pressi dell'abitazione a bordo di un'auto, i ladri si sono entrati nell'area di pertinenza della casa e hanno smontato le grondaie in rame, lunghe diversi metri. I complici le hanno poi piegate e riposte nel bagagliaio dell'auto. Il colpo era praticamente concluso, ma al momento di fuggire la sorpresa: i ladri si sono trovati di fronte i carabinieri che, allertati da alcuni abitanti della zona, sono intervenuti bloccandoli. I due sono finiti in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo che ha convalidato l'arresto. Il quarantasettenne è stato condannato a due anni di reclusione, mentre il ventiduenne a un anno e un mese. I carabinieri hanno notificato loro anche il foglio di via obbligatorio da Labico dove non potranno tornare per tre e due anni.