Sarà il sostituto procuratore Samuel Amari a coordinare e a proseguire le indagini già avviate dai Carabinieri di Ceprano sul crollo della struttura annessa all'ala dell'edificio giallo di piazza Martiri di via Fani, verificatosi sabato scorso. A seguito del cedimento della porzione di stabile che affacciava su piazza Marconi, i Carabinieri, intervenuti sul luogo, hanno effettuato il sequestro del palazzo, ed è stato interdetto l'accesso alle sedi dei Vigili Urbani e dell'istituto Tecnico economico e la biblioteca. Le indagini proseguono e sulla base delle indicazioni della Procura saranno nominati periti ed effettuate verifiche. Intanto, il Comune ha chiesto di poter effettuare i controlli ai locali dell'Ite per poter riaprire la scuola che da ieri è stata chiusa con un'ordinanza del Sindaco.

Mentre il Comune ha avviato la procedura per ottenere l'autorizzazione all'accesso all'edificio di piazza Martiri di via Fani la scuola si è attivata chiedendo all'istituto Comprensivo l'uso delle aule della media Dante Alighieri. Immediata la risposta positiva del dirigente scolastico professore Roberto Pellegrini che si è messo a disposizione della preside Alessandra Nardoni, concedendo l'uso delle aule site al secondo piano della media di via Don Luigi Castelli. Una situazione eccezionale che le istituzioni stanno gestendo con rapidità e serietà mantenendo al primo posto la sicurezza degli studenti e del personale.

Quando è in gioco l'incolumità dei ragazzi non si scherza, ma neppure si può sospendere l'attività didattica prolungatamente, per cui le lezioni si effettueranno nel pomeriggio dalle 15 alle 19. Intanto, si procede con i controlli all'edificio sottoposto a sequestro. Chiaramente non mancheranno i disagi per tutti, ma si tratterà di una situazione transitoria che dovrebbe sbloccarsi in tempi brevi. Il Comune, stando alle rassicurazioni del sindaco Marco Galli, è pronto con i tecnici per le verifiche. Si attende il nulla osta del magistrato che è già al corrente della delicata situazione creatasi a Ceprano. Soddisfatti i genitori per la tempestiva risposta della scuola e per la rapidità con cui il Sindaco si è attivato per contenere le conseguenze del grave episodio registrato in centro. Quando si parla di sicurezza si collabora e si mettono in campo tutte le strategie e gli strumenti utili a garantire efficacia ed organizzazione.