Avevano escogitato un metodo per incassare un bel po' di soldi mettendo in vendita alcuni terreni con annunci pubblicati su un famoso sito internet di compravendite.

Solo che quei terreni non potevano essere venduti perché sottoposti a una procedura esecutiva immobiliare al tribunale di Cassino. I carabinieri di Picinisco hanno scoperto tutto al termine di una dettagliata indagine. Così sono scattate due denunce a carico di un cinquantottenne di Isola del Liri, già gravato da vicende penali per truffa, usura e sottoposto ad avviso orale, e un venticinquenne di Arpino, anche lui già noto alle forze dell'ordine per i reati di falsa attestazione a pubblico ufficiale, porto abusivo di armi e oggetti atti a offendere.

Per entrambi l'accusa è di turbativa della libertà degli incanti. I terreni che hanno tentato di vendere attraverso il sito "Subito.it" si trovano in territorio di Arpino e su questi, come detto, pende una procedura esecutiva immobiliare