Un anno e quattro mesi di reclusione, con scarcerazione immediata. È questa la decisione del giudice del tribunale di Cassino nei confronti dei due marocchini bloccati una decina di giorni fa dalla polizia dopo un folle inseguimento iniziato in A1 e finito in pieno centro a Pontecorvo, con tanto di speronamento della volante.

Nella precedente udienza era stata rifiutata la richiesta di patteggiamento. Così, chiesti i termini a difesa da parte dei due avvocati Cervi e Casinelli, si era deciso di tornare in aula: ancora non chiuse le indagini da parte della polizia. Dietro i necessari approfondimenti, il sospetto che i giovani stranieri fossero dei corrieri in grado di traghettare grossi quantitativi di droga. Invece, dall'ispezione effettuata, non sarebbe saltato fuori nulla.

Nei giorni scorsi il patteggiamento e la decisione del giudice di condannare i due giovani marocchini a 16 mesi di reclusione, pena sospesa, con i benefici di legge.