Non aveva accettato la fine della storia coniugale e così, dopo l'inevitabile rottura, è tornato alla carica di quella che era diventata ormai la sua ex. Lui, cinquantaduenne del capoluogo, ha iniziato così a tempestare di telefonate la donna, residente a Paliano, fino a picchiarla e minacciandola anche di morte.

La vittima, stanca di questi atteggiamenti violenti, ha deciso di dire basta e si è rivolta ai carabinieri di Anagni della Compagnia, diretta dal capitano Camillo Giovanni Meo, presentando più di una denuncia.

Ha raccontato tutto ai militari della stazione: dalla fine della storia fino agli atteggiamenti del suo ex che, oltre a tempestarla di chiamate, in diverse ore del giorno e della notte, l'aveva minacciata anche di morte e, in una circostanza, ha ricordato e denunciato, che l'uomo l'aveva anche colpita al volto con uno schiaffo provocandole lesioni. E proprio questo episodio ha scatenato la reazione della vittima.

Ovviamente dopo il racconto sono scattate le indagini dei carabinieri che hanno trovato riscontri al racconto della donna. E così i militari della stazione di Paliano, guidata dal comandante Belloni, hanno notificato nei confronti dell'ex coniuge, dopo parere positivo dell'autorità giudiziaria, la misura cautelare personale.

Con questo provvedimento l'uomo non potrà più comunicare né avvicinarsi presso l'abitazione della donna. Ovviamente la prima ad augurarselo è proprio la sua ex che spera che il suo tormento finisca. Ancora una volta la rottura di un legame affettivo causa reazioni scomposte e di violenza da parte dell'ex partner. E come sempre per mettere fine a queste situazioni di violenza e ossessioni è fondamentale la denuncia alle forze dell'ordine, che come in questa circostanza hanno evitato che la situazione potesse degenerare