Ruba una borsa e alcuni documenti dall'interno di un'automobile, viene denunciato a piede libero dai carabinieri e si vede aggravare la misura che gli era stata applicata dall'a utorità giudiziaria. Agli inizi del mese di maggio, infatti, i militari della stazione di Alatri, a conclusione di una specifica attività info-investigativa, hanno denunciato in stato di libertà, alla procura della Repubblica del capoluogo un sessantaduenne di Frosinone (già gravato da analoghe vicende penali e, per tal motivo, già sottoposto alla misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria giornaliero ed all'obbligo di dimora), poiché resosi responsabile sia del reato di "furto aggravato", commesso il 16 aprile scorso, quando ha rubato ad Alatri, dall'interno di un'autovettura parcata dinanzi alla piscina comunale (e di proprietà di una ragazza del luogo) una borsa contenente documenti, sia di un "tentativo di furto", commesso nello stesso giorno, ai danni di un'autovettura di proprietà di un quarantasettenne sempre di Alatri e parcata sempre nelle adiacenze della piscina comunale.

A seguito dell'ennesimo deferimento ed in considerazione del fatto che l'uomo era già sottoposto alla misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria (presso il Comando Stazione Carabinieri di Frosinone) per una volta al giorno oltre che all'obbligo di dimora a Frosinone per aver commesso analoghi reati, l'Arma di Alatri ha inoltrato, alla competente autorità giudiziaria, la proposta di aggravamento della misura personale a cui era sottoposto proponendo la sua presentazione alla polizia giudiziaria da una volta al giorno a due volte al giorno. La richiesta è stata pienamente concordata dalla competente autorità giudiziaria che, nella giornata di ieri, ha disposto nei confronti del sessantaduenne l'obbligo di presentazione al Comando Stazione Carabinieri di Frosinone per due volte al giorno, mantenendo a suo carico anche l'obbligo di dimora nel capoluogo.